Martedì, 30/11/2021 - 23:42
w w w w
w w large default small

Sei qui: Prima pagina Archivio news
Cambia modalità conferimento plastica

Si avvisa la Cittadinanza tutta che, a far data dalla prossima raccolta differenziata della plastica, gli operatori della Società Irpiniambiente S.p.A. non ritireranno i conferimenti in sacchi neri il cui contenuto non sia visionabile, nonché contenenti tutte le frazioni estranee di seguito elencate.

Pertanto, onde evitare la sospensione della raccolta differenziata della plastica, si invita i cittadini a conferire il suddetto materiale solo in sacchi trasparenti.

Si precisa, inoltre, che nei sacchi trasparenti destinati alla raccolta differenziata della plastica possono essere conferiti solo i rifiuti riciclabili di seguito elencati.

DI SEGUITO L'ELENCO DEI RIFIUTI CONFERIRE NELLA PLASTICA

  • Bottiglie di acqua minerale, latte, bibite ed olio
  • Flaconi e dispenser per detersivi, saponi e cosmetici
  • Contenitori per salse, creme e yogurt privi di residui
  • Vaschette per alimenti in PET, polistirolo e polipropilene
  • Blister e involucri sagomati
  • Buste e sacchetti per pasta, patatine, caramelle, verdure e surgelati;
  • Reti per frutta e verduta
  • Pellicole trasparente
  • Piatti e bicchieri monouso (privi di residui di cibo)
  • Sacchi per prodotti da giardinaggio, per deteresivi e alimenti per animali
  • Vasi da fiori e piantine utilizzati solo per la vendita e il trasporto
  • Materiale per la protezione e il trasporto delle merci (pellicole, pluriball, chips in polistirolo)
  • Sacchetti e buste dei negozi (se compostabili usali per la raccolta dell'umido)

DI SEGUITO L'ELENCO DELLE FRAZIONI ESTRANEE DA NON CONFERIRE NELLA PLASTICA MA BENSI' NELLA FRAZIONE INDIFFERENZIATA (RSU)

  • Qualsiasi manufatto non in plastica
  • Beni durevoli in plastica (es.: elettrodomestici, articoli casalinghi, complementi d'arredo, ecc)
  • Giocattoli
  • Custodie per cd, musicassette, videocassette
  • Posate di plastica
  • Canne per irrigazione
  • Articoli per l'edilizia
  • Barattoli e sacchetti per colle, vernici, solventi
  • Borse, zainetti, sporte
  • Posacenere, portamatite,ecc.
  • Bidoni e cestini portarifiuti
  • Cartellette, portadocumenti, ecc.
  • Componentistica ed accessori auto
  • Scarti e sfridi di lavorazione e rilavorazione
  • Imballaggi pre-consumo (che non costituiscono rifiuto di imballaggio)
  • Rifiuti di imballaggi di provenienza non domestica che abbiano contenuto prodotti pericolosi (di conseguenza, qualora la provenienza sia domestica tali rifiuti di imballaggi non sono considerati frazione estranea)
  • Rifiuti di imballaggi in plastica non vuoti qualora presentino residui del contenuto di peso superiore al peso dello stesso imballaggio vuoto. Per le bottiglie d'acqua e bibite è tollerato un residuo del contenuto che non superi il 5% della capacità
  • Rifiuti ospedalieri ( es.: siringhe, sacche per plasma, contenitori per liquidi fisiologici e per emodialisi ) anche di imballaggio e simili
  • Cassette per pesce di provenienza non domestica (ad es. pescherie)
  • E tutte quei rifiuti che presentano evidenti residui pericolosi, non pericolosi o putrescibili.

fonte www.irpiniambiente.it, sezione COSA FACCIAMO >> COME DIFFERENZIARE

 

Si confida nella massima collaborazione.

 

Avviso

Avviso

SI AVVISA

 

la Cittadinanza tutta che a far data dalla prossima raccolta differenziata della plastica gli operatori della Società Irpiniambiente S.p.A. non ritireranno i conferimenti in sacchi neri, il cui contenuto non è visionabile, nonché tutte le frazioni estranee di seguito elencate.

 

Pertanto, onde evitare la sospensione della raccolta differenziata della plastica, si invita i cittadini a conferire il suddetto materiale solo in sacchi trasparenti.

 

 

ELENCO FRAZIONI ESTRANEE

  • Qualsiasi manufatto non in plastica

  • Beni durevoli in plastica (es.: elettrodomestici, articoli casalinghi, complementi d'arredo, ecc)

  • Giocattoli

  • Custodie per cd, musicassette, videocassette

  • Posate di plastica

  • Canne per irrigazione

  • Articoli per l'edilizia

  • Barattoli e sacchetti per colle, vernici, solventi

  • Borse, zainetti, sporte

  • Posacenere, portamatite,ecc.

  • Bidoni e cestini portarifiuti

  • Cartellette, portadocumenti, ecc

  • Componentistica ed accessori auto

  • Scarti e sfridi di lavorazione e rilavorazione

  • Imballaggi pre-consumo (che non costituiscono rifiuto di imballaggio)

  • Rifiuti di imballaggi di provenienza non domestica che abbiano contenuto prodotti pericolosi (di conseguenza, qualora la provenienza sia domestica tali rifiuti di imballaggi non sono considerati frazione estranea)

  • Rifiuti di imballaggi in plastica non vuoti qualora presentino residui del contenuto di peso superiore al peso dello stesso imballaggio vuoto. Per le bottiglie d'acqua e bibite è tollerato un residuo del contenuto che non superi il 5% della capacità

  • Rifiuti ospedalieri ( es.: siringhe, sacche per plasma, contenitori per liquidi fisiologici e per emodialisi ) anche di imballaggio e simili

  • Cassette per pesce di provenienza non domestica (ad es. pescherie)

  • Sono da considerarsi frazioni estranee se presentano evidenti residui pericolosi, non pericolosi o putrescibili

 
Stemma comunale

Questo sito fa uso di cookie! Se non si modificano le impostazioni del browser, si accettano. Per ulteriori informazioni Cookie Policy.

Approva i cookie di questo sito?

Cookie & Privacy